Catalogo

Libri
Diversi
 
Iscrizione

Pensiero di martedi 30 aprile 2013

Intelletto e cuore - equilibrio da mantenere tra i due piatti della bilancia

L'esistenza è una corda tesa sulla quale avanziamo, combattuti fra impulsi contrari. Tutti i giorni dobbiamo mantenere un equilibrio fra i due piatti di quella bilancia costituita in noi dal cuore e dall'intelletto. Se il cuore pende troppo da un lato, se i sentimenti prendono troppo la parola, è necessario far subito intervenire l'intelletto, il pensiero; e viceversa. C'è sempre qualcosa da aggiungere da un lato e togliere dall'altro. Per poter camminare, abbiamo due piedi che facciamo avanzare l'uno dopo l'altro; allo stesso modo, nel piano psichico dobbiamo avanzare facendo appello alternativamente all'intelletto e al cuore. Quando e fino a che punto è l'intelletto a dover intervenire? E quando e fino a che punto a dover intervenire è il cuore? Ecco una domanda difficile. È raro incontrare esseri che sappiano mostrarsi perspicaci e rigorosi, pur rimanendo pieni di indulgenza, di flessibilità e di apertura nei confronti degli altri. Per riuscirci, occorre imparare ad alternare coscientemente le attività che nutrono l'intelletto e quelle che nutrono il cuore.

Omraam Mikhaël Aïvanhov



\r\n